Guerrini

Olindo GuerriniOlindo Guerrini nacque a Forlì il 4 ottobre 1845. Figlio di un farmacista, studiò prima a Ravenna nel collegio municipale dal quale fu espulso per indisciplina, poi a Torino nel Collegio Nazionale. Ottenuto diploma, si iscrisse a Giurisprudenza all’Università di Bologna, città dove trascorse quasi tutto il resto della sua vita. Lavorò prima come impiegato e poi come direttore nella biblioteca universitaria di Bologna. Fu poeta, prosatore, bibliofilo e studioso di letteratura italiana.

Le sue opere, tra cui ricordiamo la raccolta di poesie Postuma (1877), e le raccolte Polemica (1878), Nova polemica (1878), suscitarono spesso scandalo per gli insinuanti toni erotici e gli spunti blasfemi alternati a elementi comici e satirici.

Una delle opere più note è “L’arte di utilizzare gli avanzi della mensa”, comparsa postuma nel 1918, dove illustra una cucina “povera”, allusiva della penuria alimentare cui era condannato dallo stipendio di bibliotecario presso l’Università e dalla precaria vita di scrittore.

L’Arte di utilizzare gli avanzi della mensa